Bottiglietta di collutorio verde della marca SilverCare appoggiato su asciugamani. Sullo sfondo un marmo grigio con un bicchiere pieno di collutorio e alcune foglie verdi.

Collutorio: fa davvero la differenza per la tua igiene orale?

Collutorio o non collutorio? Questo è il dilemma. Le norme per una corretta igiene orale sono molto chiare quando si parla del numero di volte in cui lavarsi i denti, nella scelta dello spazzolino corretto e del dentifricio adatto. Il collutorio, invece, viene spesso semplicemente suggerito, magari consigliato, ma mai realmente inserito come obbligatorio.

Proviamo a fare un po’ di chiarezza sul tema: il collutorio fa davvero la differenza o è utile solo per divertirsi facendo i gargarismi?

A cosa serve il collutorio?

Partiamo dalle basi: il collutorio è un liquido igienizzante per il cavo orale, utilizzato per risciacquare i denti e la bocca dopo la pulizia con spazzolino, dentifricio e filo interdentale. Si tratta quindi di un supporto per l’igiene orale che, grazie alla sua azione antibatterica, elimina i microorganismi e favorisce la freschezza dell’alito.

Il suo vantaggio principale è la capacità di raggiungere aree della bocca difficilmente accessibili con lo spazzolino e il filo interdentale. Questo aiuta a rimuovere batteri e residui di cibo che potrebbero sfuggire alla pulizia quotidiana.

Sulla carta sembra tutto bellissimo ma abbiamo prove concrete della sua efficacia nel migliorare l’igiene orale?

Il collutorio migliora l’igiene orale?

La risposta breve è: sì. Vediamo perché:

  • Riduce i batteri. È stato dimostrato che l’uso regolare del collutorio può ridurre sensibilmente il numero di batteri responsabili della placca e della gengivite. Questo si traduce in una bocca più sana e una minor probabilità di sviluppare problemi gengivali.
  • Minor sensibilità dentale. Tremi alla sola idea di bere una bibita ghiacciata? Oppure una zuppa fumante? Potresti trarre beneficio da un collutorio progettato per questo scopo. In alcuni studi condotti sul tema, i soggetti hanno riportato una significativa riduzione della sensibilità dentale. Erano tutti così felici che sono andati a festeggiare con una bella granita.
  • Migliora l’alito. L’alitosi può sembrare un tema secondario quando si parla di igiene orale ma è innegabile che chi ne è affetto possa soffrirne dal punto di vita psicologico. In questi casi, profumando l’alito, il collutorio può essere una salvezza! Quando si dice eau de toilette.

Per un’azione antibatterica intensa, i collutori alla Clorexidina sono il non plus ultra! Vengono però consigliati solamente per cicli brevi, post sedute odontoiatriche.

Per un uno quotidiano la nostra scelta è il collutorio con CPC antibatterico a base di Cetilpiridinio Cloruro, con una formulazione avanzata che riduce la capacità della placca di maturare e aiuta a prevenire la crescita dei batteri che causano malattie gengivali.

Oltre alla sua formulazione, l’efficacia dipende anche (e soprattutto) dal suo utilizzo. Vediamo quindi come usarlo correttamente.

Come usare il collutorio?

La prima cosa da sapere è che il collutorio entra in gioco subito dopo aver completato la pulizia dei denti con spazzolino, dentifricio e filo interdentale (o scovolino). Si tratta quindi dell’ultimo step della tua routine dentale.

Ora che è tutto chiaro, vediamo come si usa il collutorio per sfruttarne al massimo l’efficacia:

  1. Utilizza la quantità consigliata. Sulla confezione dovrebbe essere chiaramente indicato quanto liquido utilizzare ad ogni risciacquo. Solitamente il tappo funge anche da misurino, per visualizzare chiaramente la dose consigliata. Fai attenzione anche alle istruzioni, alcuni collutori necessitano di essere diluiti con un po’ di acqua.
  2. Esegui uno sciacquo accurato. Cerca di far raggiungere al collutorio a ogni angolo della bocca, per ottenere una pulizia efficace di denti e gengive anche nelle zone difficilmente raggiungibili dagli altri strumenti di igiene orale. Gargarismi consigliati ma non obbligatori.
  3. Conta fino a 30 secondi. Perché il collutorio agisca correttamente, occorrono almeno 30-40 secondi di risciacquo, dopodiché puoi sputarlo. Sappiamo che il sapore potrebbe essere invitante ma non deglutirlo! Usa qualcos’altro per la tua gara di shottini.

Per sfruttare al meglio i vantaggi del collutorio, non sciacquare con l’acqua subito dopo averlo usato: in questo modo i principi attivi continueranno ad agire.

Ora che il collutorio non ha più segreti, puoi scegliere quello che più fa per te. Nel nostro shop trovi il Collutorio Protezione Continua scontato del 50%, un’offerta da non farsi scappare. Buona igiene orale a tutti!

Add to cart